Questo post è stato pubblicato 3043 giorni fa.
Le informazioni e i contenuti potrebbero quindi non essere aggiornati.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on RedditPrint this pageEmail this to someone

rom-guida-001Dopo aver effettuato la difficile scelta si quale dispositivo comprare, ci troviamo di fronte ad una nuova scelta: Quale ROM installare? Questa scelta non è semplice, soprattutto per quelli alle prime armi, dato che l’argomento è abbastanza complicato. In questa prima mini guida parleremo di cos’è una ROM e da cosa è composta. Nei prossimi appuntamenti parleremo di come modificare una ROM scaricata, con programmi, consigli ed altro. Iniziamo però dalle basi: Cos’è una ROM?

Questa domanda mi è stata fatta diverse volte. La definizione riportata da Wikipedia è: “ROM è una tipologia di memoria informatica, in particolare una tipologia di memoria a stato solido non volatile in cui i dati sono memorizzati nella sua fase di costruzione, o anche successivamente, e non possono essere più modificati per l’intera durata della sua vita, oppure anche memorizzati e modificati più volte successivamente la sua costruzione ma tale modifica è richiesta infrequentemente“. Nel nostro caso, con la parola ROM indichiamo l’insieme di componenti Software integrati nel dispositivo al momento dell’acquisto e aggiornabili tramite una procedura particolare. Ma cosa sono questi componenti?

rom-guida-001

Lo schema che vedete qui sopra rappresenta la struttura della ROM. Tutte le componenti sono racchiuse in un file dall’estensione NBH. Il file può essere scritto nel dispositivo solo tramite una procedura particolare che sostituisce il contenuto corrente con quello del file, ma di questo parleremo più avanti. Le componenti presenti all’interno del file NBH sono:

  • IPL (Initial Partition Loader): Questa è la prima parte che si avvia subito dopo l’accensione del dispositivo. In questa sezione vengono avviati tutti i driver per il corretto funzionamento del sistema (schermo,  tasti, ecc..). Se questo componente è corrotto il telefono non si accenderà più.
  • SPL (Secondary Partition Loader): In questa parte vengono compiute le operazioni per l’avvio del sistema Operativo. Questo livello solitamente viene utilizzato dai produttori per inserire dei controlli sull’autenticità delle ROM. Dopo poco tempo però i controlli inseriti vengono aggirati ed è possibile installare qualsiasi ROM sul dispositivo. Se però il componente è corrotto il telefono non si avvierà più. Se il componente è stato modificato la garanzia non sarà più valida.
  • Boot Screen (Primary and Seconday Boot Screen): Sono le immagini che vengono mostrate all’accensione del dispositivo (sull’HD, per esempio, la scritta “Smart Mobility“). Queste immagini possono essere modificate in fase di creazione della ROM ma non una volta installata.
  • OS (Operating System): In questa parte viene avviato il vero e proprio sistema operativo, un po’ come avviene per un normale computer, con tutti i Driver e i Programmi. Questa è una delle parti che viene modificata maggiormente in fase di creazione della ROM. Vengono aggiunti/tolti alcuni programmi, viene ottimizzato il sistema per un determinato dispositivo e vengono applicate le personalizzazioni. A meno che non si facciano grandi casini, la modifica di questa parte non comporta particolari problemi.
  • Radio: In questa parte viene caricato il Software e il Driver che controlla tutte le comunicazioni del dispositivo (Telefono, GPS, Wi-Fi, Bluetooth, ecc..). Solitamente questa parte della ROM viene aggiornata soltanto dai produttori in quanto molto complessa da modificare. Gli aggiornamenti ROM con dentro solo la Radio non interferiscono sul sistema operativo, ma migliorano solo la ricezione e la velocità delle comunicazioni.
  • XIP (Execute in place): l’XIP è un metodo di esecuzione di un programma direttamente dalla memoria del dispositivo. Solitamente prima di eseguire un programma è necessario copiarlo nella memoria RAM e successivamente avviarlo. Utilizzando questo metodo, però, viene ridotta la memoria e il tempo richiesto per eseguire un programma. L’XIP viene utilizzato quanto l’IPL carica i driver per l’avvio del dispostivo.
  • IMGFS: In questa partizione vengono salvati i file del vero e proprio sitema operativo.

Questi sono, in linea generale, tutti i componenti che formano la ROM. Sperando di non avervi confuso le idee ancora più di prima vi diamo appuntamento alla prossima guida alle ROM.

Un ringraziamento a AllShadow che ha fornito la base per costruire la guida.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on RedditPrint this pageEmail this to someone

Ancora nessun commento

Partecipa anche tu alla discussione e lascia il tuo commento

Lascia il tuo commento